Bufala del giorno. Infermiere/Informatico e pizzaiolo: il lavoro c’è, nessuno lo vuole.

Con questo post voglio iniziare una raccolta di bufale pubblicate su periodici o su Intenet che riguardano l'università o la ricerca (soprattutto italiana). In passato avevo pubblicato già segnalazioni di bufale (come quella sul superamento del test di Turing, ma da oggi sarò più metodico. Cool

Dico subito che la fonte principale sarà il sito roars.it, che resta uno dei migliori siti di informazione verificata circa lo stato dell'università e ricerca in Italia.

Oggi la denuncia di bufala pubblicata in Roars.it riguarda un articolo di Repubblica.it in cui il giornalista Luca Pagni sostiene che, in base ad una ricerca di mercato, in Italia ci sono 35mila posti di lavoro come infermiere (che diventano poi informatici) o pizzaiolo ma che nessuno (giovane) vuole fare.

La redazione di Roars.it evidenzia subito che la cosidetta "ricerca di mercato" non ha nessun valore statistico in quanto non specifica come è stato determinato il valore '35mila': dimensione del campione, caratteristiche del campione, media, varianza, etc.

Insomma: 35mila è una opinione di qualcuno, ma su questa opinione quasi tutti i media nazionali hanno pubblicato un articolo aumentando la 'credibilità' della notizia.