Come inizia l'anno accademico a Scienze MM FF NN di Verona

Ieri si è svolta la seduta di facoltà per decidere le supplenze per i corsi lasciati scoperti dai ricercatori in protesta contro il DDL 1905.

I ricercatori in protesta hanno fatto il seguente appello ai componenti della facoltà:

Il Rettore di Verona scrive...

Si avvicina l'inizio dell'anno accademico e considerato che il fronte dei ricercatori veronesi che protestano contro il DDL 1905 non arretra, il Rettore dell'Università ha deciso, finalmente, di incontrare, prima, una delegazione il 27/08/2010 e scrivere, poi, una lettera a tutti i ricercatori dell'Università il 07/09/2010 (giorno antecedente all'assemblea dei ricercatori in mobilitazione a Verona).

Ho partecipato l'incontro con il Rettore quale ex-rappresentante in Senato dei ricercatori della Facoltà di Scienze MM FF NN.

A mio giudizio, la sintesi dell'incontro è:

Emendamento al DdL 1905 proposto dal coordinamento ricercatori UNIVR

Venerdì 25 giugno 2010, un ristretto gruppo di ricercatori dell'Università di Verona, in rappresentanza del coordinamento dei ricercatori in protesta contro il DdL 1905, ha incontrato la senatrice Mariapia Garavaglia, componente della VII Commissione permanente del Senato, per illustrarle la situazione difficile createsi all'Università di Verona e per conoscere meglio quale è lo stato e il futuro del DdL.
All'incontro ho partecipato anch'io.

Appelli e delibere circa il DdL 1905

Un'introduzione

Molto sinteticamente, il DdL 1905 rappresenta il disegno di legge dell'attuale governo per la riorganizzazione delle università italiane sia rispetto alla struttura delle stesse sia rispetto alla definizione e reclutamento del personale accademico.

Il 29/07/2010 il DdL, dopo aver superato l'esame della VII commisione permanente del Senato, è stato approvato dal Senato. Ora è all'esame della Camera come Atto 3687.

Il DdL introduce diverse novità e cambiamenti. In prima analisi ci sono delle novità che possono rappresentare delle misure per correggere certe storture dell'attuale sistema e altre che, invece, rappresentano dei cambiamenti molto discutibili che possono nuocere gravemente al futuro della ricerca in Italia.

Pages

Subscribe to Front page feed